Torino è una città storicamente legata alla sua economia industriale, soprattutto metalmeccanica. Tuttavia, a partire dai primi anni 2000, ha iniziato una profonda riqualificazione ed ammodernamento della sua offerta turistica e culturale. In questo articolo avremo modo di scoprire cosa vedere a Torino e dintorni, con un itinerario che si sviluppa in oltre 10 mete di sicuro interesse.

Ma per non perdere un istante del soggiorno in città, è meglio optare ad un servizio di trasporto agile ed affidabile, come un NCC Torino.

Cosa vedere a Torino e dintorni

Come abbiamo anticipato, Torino si sta affermando sempre più come una città ricca di attrazioni turistiche e con un’offerta culturale di tutto rispetto.

Vediamo quindi, quali sono i siti di maggior interesse per chi visita la città.

1. Piazza San Carlo

La piazza principale della città, si presenta come un elegante e grande salotto che accoglie il turista. Per la sua ampia estensione, viene spesso scelta come scenario per eventi che attirano un numero elevato di pubblico.

Ai lati della piazza svettano importanti palazzi, con portici che ospitano boutique delle più prestigiose griffes, nonché storici caffè. Sono presenti anche due chiese affiancate e dall’aspetto simile, Santa Cristina e San Carlo Borromeo.

Mentre, al centro della piazza è posizionata la statua equestre di Emanuele Filiberto di Savoia.

2. Il Museo Egizio

Tra le cose da vedere a Torino, non può di certo mancare il Museo Egizio. Il museo, nei suoi 4 piani di sale espositive, custodisce la 2a più grande collezione al mondo di reperti egizi, dopo il Museo del Cairo.

Una meta di sicuro interesse che attira centinaia di migliaia di visitatori tutti gli anni.

3. Palazzo Carignano

Il palazzo storico, oltre ad una maestosa architettura, custodisce il Museo del Risorgimento Italiano. Al suo interno è possibile scoprire la storia dell’Italia attraverso la testimonianza di testi storici, documenti, filmati e pitture.

Il Palazzo ospita anche la sala in cui si riunì il primo parlamento del Regno d’Italia

4. Piazza Castello, Palazzo Madama, Palazzo Reale e i giardini reali

La Piazza Castello è il cuore storico della città, in cui si erge il monumentale Palazzo Madama, il quale ospita il Museo di Arte Antica. Da non perdere, lo spettacolare panorama della città, che si può ammirare dalle sue torri del Palazzo.

Cosa vedere a Torino se non le preziose testimonianze della casata Sabauda?

Adiacente alla Piazza Castello troviamo la Piazzetta Reale su cui si affaccia il Palazzo Reale di Torino. In quella che fu la dimora dei reali d’Italia, è possibile visitare numerose testimonianze raccolte nei secoli.

  • Gli appartamenti dedicati al re. Dove gli stucchi dorati, i broccati e gli specchi allietano gli occhi dei visitatori.
  • L’Armeria Reale. Che custodisce una collezione di diversi cimeli, nonché riproduzioni di cavalieri armati su cavalli imbalsamati.
  • Libreria Reale. Un tesoro di circa 200mila libri, tra cui spiccano alcune opere di Leonardo da Vinci.
  • Galleria Sabauda. Che custodisce numerosi dipinti a partire dal XIV secolo.

Dopo aver visitato le sale del Palazzo, consigliamo una breve pausa ristoratrice negli adiacenti giardini reali. Una vera e propria oasi di pace e di bellezza, immersi nella natura.

5. Cattedrale di San Giovanni Battista e la Porta Palatina

Si tratta del principale luogo di culto della città di Torino. La chiesa presenta un’architettura in stile rinascimentale ed ospita al suo interno numerose opere sacre, nonché un grande organo a canne.

Il duomo di Torino è anche noto poiché custodisce la Sacra Sindone. Ricordiamo che la chiesa è visitabile, ma non la Sacra Sindone, essendo questa un reperto molto sensibile e delicato.

6. Il Museo del Cinema e la Mole Antonelliana

Una delle cose da fare a Torino assolutamente, è una visita al Museo del Cinema, ospitato all’interno della Mole Antonelliana.

Il Museo custodisce numerosi reperti, sia originali che copie, che rappresentano la ricca produzione cinematografica a partire dai fratelli Lumière. Molti ambienti riproducono set cinematografici e coinvolgono il visitatore in esperienze di carattere ludico.

Con un ascensore si raggiungere la sommità della Mole, dalla quale è possibile ammirare il panorama della città a 360°, con vista sulle Alpi nelle giornate più limpide.

7. Parco del Valentino, il Castello e il Borgo Medievale di Torino

Lungo la riva del Po troviamo i 42 ettari di verde del Parco del Valentino, al cui interno è possibile perdersi in lunghe passeggiate, pic nic all’aria aperta e qualche curiosità.

Il Parco prende il nome dal Castello del Valentino, maestoso palazzo costruito nel 1620 per volere del duca Emanuele Filiberto di Savoia, su ispirazione architettonica dei castelli francesi. Oggi ospita la Facoltà di Architettura.

Sempre all’interno del Parco del Valentino è possibile visitare il Borgo Medievale, pittoresca ricostruzione di un tipico borgo piemontese del XV secolo.

8. Il Museo dell’automobile

Cosa fare a Torino se non visitare il museo dedicato alla principale attività economica, che ha reso la città la capitale dell’auto italiana? Peraltro, secondo la prestigiosa rivista The Times, il Museo dell’automobile di Torino rientra tra i 50 migliori musei a livello mondiale.

Nel museo sono esposte circa 200 auto, di 80 marchi diversi. Si va dai primi prototipi a vapore sino ai più moderni e prestanti modelli. Si tratta di una delle collezioni più importanti al mondo, sopratutto per alcuni rari modelli presenti.

9. Villa della Regina

Passando nella riva opposta del Po, troviamo la Villa della Regina, una sontuosa dimora dedicata alle regine della casata dei Savoia.

La villa è posizionata in una zona collinare da cui è possibile ammirare la città.

Al suo interno sono custoditi oggetti di arredo di pregio, nonché dipinti e affreschi. Mentre, all’esterno vi è un particolare giardino con giochi d’acqua.

10. La Basilica di Superga e il Monumento al Grande Torino

Fuori città, situata sull’omonima collina, a oltre 670 m di altezza, si erge al Basilica di Superga. Fu edificata per volere del re Vittorio Amedeo II, come voto di ringraziamento alla Vergine Maria, in seguito alla vittoria ottenuta sui francesi.

La Basilica venne inaugurata nel 1731, presenta un aspetto imponente e al suo interno custodisce anche la Cripta Reale, dove riposano alcuni membri della casata dei Savoia.

La collina di Superga è anche tristemente nota per il terribile incidente aereo dove persero la vita, tra gli altri, buona parte dei calciatori e membri dello staff del Grande Torino. Nelle parte posteriore della Basilica, nel punto in cui avvenne lo schianto, è possibile visitare il Monumento al Grande Torino.

Conclusioni

Sin qui abbiamo visto le principali attrazioni che offre la città e di sicuro avrete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a Torino. Tuttavia, se vogliamo ridurre i tempi di spostamento tra una tappa e l’altra, viaggiare in tutta comodità e sicurezza, non ci resta che affidarci ad servizio di trasporto agile e semplice da prenotare.

Per avere un NCC Torino basta scaricare la app dedicata e selezionare l’opzione di viaggio più adatto alle nostre esigenze. Le vacanze non sono mai state così rilassanti!

[button button_link=”url:http%3A%2F%2Fonelink.to%2F7xgr6c|title:Scarica%20l’APP|target:_blank” button_type=”rectangle” button_color=”custom_color” btn_bg_color=”#f46822″ btn_text_color=”#012245″ btn_border_color=”#f46822″ button_align=”button-center” button_icon=”pixicon-download” button_icon_align=”back”]