Cosa vedere nelle riviera ligure di ponente

Tutta la costa della Liguria offre numerose attrazioni, incastonate tra mare e montagna, suggestive ed autentiche. In questo articolo, andremo a scoprire cosa vedere nelle riviera ligure di ponente, ovvero faremo la conoscenza di alcune tra le località più rinomate di questo versante della Liguria.

La riviera ligure è facilmente raggiungibile con un servizio Taxi Torino o Taxi Milano, offerto da NCC.it. Ad esempio, possiamo raggiungere Savona da Torino in circa un’ora e mezza, mentre da Milano sono necessarie meno di due ore.

La riviera ligure di ponente

Tutta la costa ovest della Liguria, affacciandosi direttamente sul mare e avendo alle spalle le Alpi Liguri, gode di un clima temperato anche d’inverno e ventilato d’estate. La riviera ligure di ponente è stata una meta frequentata sin dall’Ottocento da turisti stranieri, che apprezzavano la bellezza delle località e il buon cibo.

La riviera di ponente rientra tra le province di Savona e Imperia. In particolare, il tratto della provincia di Imperia è nota anche come riviera dei fiori, per l’ampia produzione floreale diffusa su tutta la costa.

Vediamo dunque, quali sono le mete più caratteristiche tra la costa e l’interno della riviera ligure di ponente.

Imperia

I borghi sul mare

Spostandoci da Genova verso ovest troviamo Arenzano. La cittadina è nota per le affascinanti ville storiche, le architetture militari risalenti al XVI secolo e le diverse aree naturali che la circondano.

La riviera ligure di ponente della provincia di Savona

Varazze è un altro borgo caratteristico della riviera ligure di ponente. Rinomata meta turistica, è stata premiata anche per la qualità dell’ospitalità. In particolare, il recente hub turistico consente anche un turismo da diporto di un certo livello.

Proseguendo il nostro cammino verso ovest, troviamo Bergeggi, un piccolo borgo storico situato a 110 m s.l.m., da cui si gode di una splendida vista sulla costa. Di fronte a Bergeggi è presente l’omonima isola, intorno alla quale è stata istituita un’area marina protetta.

Noli è un borgo turistico, che in passato ha avuto un ruolo molto importante nella storia. Tra il 1192 e il 1797 fu infatti la capitale della Repubblica di Noli. Tra i monumenti più importanti ricordiamo il castello di Monte Ursino (eretto a difesa della città), palazzi, logge e torri di epoca medievale, nonché alcune fortificazioni.

Varigotti è una ridente località turistica che presenta alcune delle più note spiagge di tutta la riviera ligure. Come la Baia dei Saraceni, oltre alla Spiaggia del Malpasso. Anche da Varigotti è possibile ammirare vedute mozzafiato.

Finale Ligure è forse una delle mete turistiche più note, e non solo della Liguria. Il centro storico ha mantenuto perlopiù un impianto urbanistico medievale. Mentre la costa, con le sua ampie spiagge è oggi totalmente convertita al turismo e al relax dei suoi ospiti.

Albenga è un altro centro che affonda le radici della sua storia in tempi remoti, ma che è nota soprattutto per le torri medievali, ancora oggi visibili. Da non perdere anche la chiesa di San Michele.

Proseguendo verso ponente, troviamo Alassio, località balneare nota per il suo muretto che riporta gli autografi di grandi personaggi della cultura e dello spettacolo. Alassio è nota anche per le sue spiagge e per le specialità enogastronomiche.

Prima di lasciare la provincia di Savona, vi consigliamo una sosta al Promontorio di Capo Mele. Da qui è possibile godere di una vista spettacolare che abbraccia buona parte della costa ligure.

La riviera ligure di ponente della provincia di Imperia

Uno dei primi centri che incontriamo è Cervo. Un piccolo borgo medievale, che con il turismo riesce a coniugare i suoi monumenti storici con le bellezze naturali.

Diano Marina è un centro balneare che si caratterizza per le lunghe spiagge di sabbia dorata.

Sanremo è sicuramente la cittadina più nota della riviera ligure di ponente, anche più del suo capoluogo. La cittadina diviene meta preferita dai turisti già a partire dall’Ottocento. Negli anni Cinquanta del ‘900 un gruppo di imprenditori decide di anticipare la stagione turistica al mese dell’anno meno produttivo, con l’istituzione di un evento da svolgersi tutti gli anni a febbraio. Oggi il Festival di Sanremo è conosciuto in tutto il mondo.

Avvicinandoci alla Costa Azzurra troviamo Bordighera. La cittadina è situata a breve distanza dal confine francese e si caratterizza come punto di riferimento per chi vuole visitare le località circostanti. Da non perdere il suo mare, nonché le bellezze architettoniche che il borgo offre.

Prima di arrivare al confine, consigliamo una sosta ai Balzi Rossi. Nei pressi del piccolo borgo di Grimaldi, troviamo un sito archeologico di epoca paleolitica. Il complesso archeologico è composto da diverse grotte in cui sono stati rinvenuti numerosi reperti, molti dei quali sono custoditi nel Museo preistorico dei Balzi Rossi.

Imperia

I borghi dell’entroterra

Sin qui abbiamo visto le più rinomate località turistiche della riviera ligure di ponente, che si affacciano direttamente sul mare. Ora scopriamo qualche località situata nell’entroterra.

Dolceacqua è un piccolo borgo medievale arroccato tra le montagne, facilmente raggiungibile da Ventimiglia o da Sanremo. E’ nota per il Castello dei Doria, che domina la parte più antica del borgo, e il ponte romanico che unisce le due sponde del torrente Dolceacqua. I meravigliosi scenari del territorio di Dolceacqua nel 1884 furono il soggetto di alcuni dipinti del pittore francese Claude Monet.

Non distante da Sanremo c’è anche il piccolo borgo di Ceriana. Da non perdere, i suoi numerosi monumenti religiosi, il Palazzo dei conti Roverizio di Roccasterone e la Torre civica di Sant’Andrea. Tuttavia, Ceriana è nota soprattutto per i riti della settimana santa, durante la quale le vie del borgo si animano di processioni accompagnate da canti gregoriani intonati dai cantori delle confraternite.

Per concludere questo nostro viaggio nella riviera ligure di ponente, ci fermiamo a Pieve di Teco. Il borgo può essere raggiunto da Imperia attraverso la SP30, da cui poi possiamo proseguire per il vicinissimo Piemonte. Il territorio generoso offre molti prodotti agroalimentari, come l’olio, il vino, e l’aglio di Vessalico (presidio Slow Food), nonché il pane, il miele, le erbe aromatiche, e molto altro. Per rendere omaggio a tutte queste prelibatezze, nel borgo viene celebrato il rinomato Expo Valle Arroscia.

Conclusioni

Come abbiamo visto le località da visitare sono numerose. Per poterlo fare in tutto relax il servizio taxi di NCC.it è il partner ideale. Scarica la nostra App Ncc e prenota una corsa online. Oppure, visita il nostro sito per selezionare il percorso.