L’area del Lago di Bolsena è situata nella Tuscia Viterbese, uno dei luoghi più suggestivi dell’Italia centrale. Un territorio che si caratterizza per l’incredibile paesaggio naturale, che ben si sposa con le testimonianze storiche e la tradizione enogastronomica locale. In questo articolo avremo modo di scoprire cosa vedere al Lago di Bolsena in un giorno, attraverso i suoi meravigliosi Borghi antichi. Tracceremo un percorso cha va dalla Capitale sino al Lago, per spostarci poi di borgo in borgo. Lo faremo con l’ausilio di un servizio Taxi Roma, offerto da NCC.it.

Cosa vedere al Lago di Bolsena in un giorno

Il Lago di Bolsena dista circa 1 d’ora d’auto dal centro di Roma. Dunque è possibile visitare diverse località, anche se non necessariamente in un’unica giornata. Ad ogni modo, di seguito vi riportiamo un itinerario ideale che raggiunge inizialmente il borgo di Montefiascone, per fare poi tappa nelle rinomate località che contornano il Lago. Si tratta di Rocche e Borghi medievali dall’incredibile interesse storico e culturale. Sono forti infatti, le attestazioni della presenza etrusca e romana, che hanno lasciato il testimone alle architetture tipiche del Medioevo e del Rinascimento italiano.

Il territorio e le peculiarità

Il territorio intorno al Lago è stato plasmato dall’attività vulcanica. Da l punto di vista geologico, l’ultima eruzione è piuttosto recente e risale al 104 a.C.. Il Lago di Bolsena è situato a poco più di 300 m sul livello del mare, circondato dai Monti Volsini, una catena di tipo collinare.

La presenza dello specchio d’acqua influisce notevolmente sull’ambiente, garantendo un clima mite d’inverno, e non troppo torrido d’estate.

Sui fianchi delle colline circostanti, si possono ammirare i vigneti che danno origine a rinomati vini DOC. Nonché numerosi oliveti dai quali si ricava l’olio extravergine di oliva DOP Tuscia.

Con i suoi 110 kmq, il Lago di Bolsena è il quinto lago italiano per estensione. Essendo un lago di origine vulcanica, presenta la caratteristica forma ellittica. All’interno sono presenti due isole, Bisentina e Martana.

Mappa Itinerario Lago di Bolsena

Cosa vedere al Lago di Bolsena in un giorno: 8 borghi da visitare in Taxi

Come abbiamo detto, la parte meridionale del Lago dista circa un’ora dal centro di Roma. Scopriamo dunque, cosa vedere al Lago di Bolsena in un giorno, partendo da Roma in Taxi, e tracciando un itinerario in senso antiorario, intorno al Lago.

1. Montefiascone

La prima tappa la facciamo a Montefiascone. Il Borgo si trova su un’altura a circa 600 m s.l.m., dalla quale si ha una vista completa su tutto lo specchio d’acqua del Lago, ed il panorama circostante a perdita d’occhio.

Nel centro storico di Montefiascone è situata la Rocca dei Papi. La fortezza fu eretta su iniziativa di Papa Innocenzo III, in quella che un tempo era considerata una posizione strategica, per difendere i confini dei territori pontifici. Oggi l’imponente struttura ospita il Museo dell’Architettura di Antonio da Sangallo il Giovane.

Nel centro storico di Montefiascone troviamo anche la Basilica di Santa Margherita, realizzata a pianta ottagonale, e completata da una monumentale cupola. Secondo alcune ipotesi, si pensa che alla progettazione abbiano contribuito anche Antonio da Sangallo il Giovane, nonché il Bramante.

Mentre, se ci spostiamo al di fuori del centro storico possiamo ammirare la Basilica di San Flaviano. All’interno dell’edificio sono custoditi alcuni importanti affreschi, oltre ad altre preziose testimonianze storiche.

Ma Montefiascone è nota anche, e soprattutto, per i suoi prodotti enogastronomici. Tra questi ricordiamo il vino Est! Est!! Est!!! DOC di Montefiascone. Si tratta di un vino bianco, che si accompagna perfettamente con i piatti a base di pesce. Magari abbinato alle pietanze tipiche del Lago, che a Montefiascone è possibile degustare nei numerosi ristoranti e trattorie.

2. Bolsena

Da Montefiascone proseguiamo sulla SR2, che costeggia il Lago, sino ad arrivare a Bolsena. Il borgo da cui prende il nome il lago, si caratterizza per il tipico impianto urbanistico medievale.

Arrivando a Bolsena notiamo subito la Rocca Monaldeschi della Cervara. Si tratta di una fortezza che oggi ospita il Museo territoriale del lago di Bolsena. Dalla Rocca si gode di una fantastica vista sul Lago.

Di particolare interesse anche il Palazzo del Drago, noto anche come Palazzo Cozza Crispo, con la sua architettura rinascimentale. Sempre tra le viuzze del centro di Bolsena possiamo ammirare la Fontana di San Rocco. Secondo una credenza locale, le acque di questa fontana sarebbero miracolose.

A Bolsena sono presenti numerose trattorie e ristoranti che propongono i piatti tipici del territorio. Dunque, possiamo approfittare di questa ricca offerta per fare qui la pausa pranzo.

3. Grotte di Castro

Proseguendo sul nostro itinerario, sempre nella SR2, facciamo una deviazione verso Grotte di Castro, per visitare la Necropoli delle Pianezze. Si tratta di un complesso di tombe etrusche scavate nel tufo, risalenti al periodo tra il VII e il VI secolo a.C.. Proseguendo oltre, verso il centro abitato troviamo anche la necropoli di Centocamere.

4. Gradoli

Tornati sulla SR2, riprendiamo il cammino verso Gradoli. Sul piccolo borgo medievale domina l’imponente Palazzo Farnese, una fortezza del ‘500 che oggi ospita il Museo del Costume Farnesiano e il Centro Nazionale di Studi sulla Famiglia Farnese. Tra le altre cose, il museo custodisce una raccolta di abiti rinascimentali e armi.

Da non perdere anche la Collegiata di Santa Maria Maddalena, la Chiesa di San Pietro in Vinculis, e la Chiesa di San Magno. Quest’ultima fu edificata su iniziativa dell’Ordine dei Cavalieri di Malta.

Come abbiamo detto, tutta la zona intorno al Lago di Bolsena è conosciuta per i suoi rinomati vini. In particolare, con le uve dei vigneti di Gradoli, si produce l’Aleatico di Gradoli, un vino rosso, perfetto da abbinare a piatti strutturati come l’amatriciana o la carbonara, ottimo anche con i dolci secchi locali.

5. Capodimonte

Proseguendo verso sud ci fermiamo a Capodimonte. Il piccolo borgo medievale, sorge su un panoramico promontorio roccioso, che si inserisce tra le acque del Lago.

Il Borgo è sovrastato dalla imponente Rocca Farnese, una mole ottagonale, in cui vi soggiornarono spesso i membri della omonima nobile casata. L’edificio ospitò anche personaggi illustri del passato, come sovrani e pontefici.

Tra le altre attrazioni ricordiamo la Chiesa Collegiata di S. Maria Assunta, il Palazzo Borghese (oggi sede del municipio), e il Palazzo Poniatowski, noto anche come il Palazzaccio.

Consigliamo di visitare anche il Museo della Navigazione nelle Acque Interne, il quale custodisce una piroga monòssila, risalente all’Età del Bronzo.

Capodimonte

Capodimonte. (Credits: SiViaggia)

Conclusioni

Ci sarebbe molto altro da vedere, ma la giornata è terminata ed è tempo di fare rientro in città.

Abbiamo visto cosa offre questo splendido territorio e quanto può essere utile poter usufruire di un trasporto personalizzato e dedicato ai nostri spostamenti.

Con un servizio Taxi Roma, offerto da NCC.it, possiamo personalizzare l’itinerario come desideriamo e variare la tabella di marcia in base alle nostre esigenze. Si tratta infatti, di un servizio esclusivo costruito su misura.

Scarica la nostra App NCC, scopri le opzioni disponibili e le tariffe NCC.

[button button_link=”url:http%3A%2F%2Fonelink.to%2F7xgr6c|title:Scarica%20l’APP|target:_blank” button_type=”rectangle” button_color=”custom_color” btn_bg_color=”#f46822″ btn_text_color=”#012245″ btn_border_color=”#f46822″ button_align=”button-center” button_icon=”pixicon-download” button_icon_align=”back”]